Alla scoperta dello Zanshin Dojo (Il Torii)

  • 2 Settembre 2016
torii

Come è composto un Torii

Continuiamo con i post “Alla scoperta dello Zanshin Dojo” dove vi raccontiamo i particolari e le curiosità del Nostro Dojo. Oggi parliamo del “Torii”.

Il Torii è il tradizionale portale d’accesso giapponese che porta ad un jinja (santuario shintoista) o, più semplicemente, ad un’area sacra. La sua struttura elementare è formata da due colonne di supporto verticali e un palo orizzontale sulla cima e frequentemente viene dipinto in colore vermiglio. Tradizionalmente sono fatti di pietra o legno, ma in tempi recenti i costruttori hanno iniziato ad usare anche l’acciaio o il cemento armato. (fonte wikipedia)
Abbiamo pensato quindi di costruirne uno e posizionarlo all’entrata del Dojo, così da rendere, il momento in cui lo si varca, un momento speciale.

Il Torii posizionato all'entrata dello Zanshin Dojo

Il Torii posizionato all’entrata dello Zanshin Dojo

Certo non abbiamo la presunzione di considerare il Nostro Dojo un luogo sacro, ma sicuramente lo percepiamo come un luogo speciale e carico di energia. Speciale perché nel momento in cui si entra e si oltrepassa quella porta (il Torii ndr), ci lasciamo tutto alle spalle e siamo pronti a seguire la Via, con dedizione sacrificio e rispetto.
Ci è piaciuta quindi l’idea che lo Zanshin Dojo avesse questo elemento a differenza di tutte le altre realtà locali dove si praticano Arti Marziali e che rendesse l’atmosfera nel suo complesso ancora più orientale. In un secondo momento, poi, è stato inserito nel logo della ASD Zanshin Dojo Castelli Romani insieme al kanjii Zanshin.